Archivio CMF

ISTOCARTA, su incarico della Fedrigoni S.p.A., tutela e gestisce il patrimonio ereditato dalle Cartiere Miliani Fabriano.

Oltre 500 metri lineari tra beni archivistici e librari appartenenti all’Archivio delle Cartiere Miliani Fabriano, il primo “archivio d'impresa” in Italia dichiarato di notevole interesse storico con provvedimento vincolistico emesso il 20 luglio 1964 a norma del D.P.R. 1409 del 30.9.1963 con la seguente motivazione:

si tratta dell’archivio della cartiera Miliani, i cui documenti risalgono alla fondazione di essa da parte di Pietro Miliani nella seconda metà del sec. XVIII, e ne illuminano l’attività tecnica ed economica, i problemi seriali relativi ai lavoratori ivi occupati, i rapporti con esponenti del mondo delle lettere, delle arti e della politica, le relazioni commerciali di rilievo internazionale”.

Le fonti documentarie, datate dal 1782, sono ordinate ed inventariate e ad esse si aggregano la raccolta di filigrane dal 1782 ad oggi, formata nel 1946 dal consigliere delegato delle Cartiere Miliani, Luigi Tosti duca di Valminuta, ricca di oltre 1.500 esemplari;la fototeca, con più di 1.200 fotografie storiche, testimonianza del patrimonio archeologico industriale, architettonico, paesaggistico e degli aspetti identitari della società e della cultura cartaria dal 1871; la biblioteca con 3.000 volumi.

Nel 2016, ISTOCARTA ha acquisito la collezione delle 2.213 “carte antiche fabrianesiraccolte dal filigranologo Augusto Zonghi (1840-1916) datate dal 1267 al 1798, tanto ambita dagli studiosi della carta in tutto il mondo. Inviata all’Esposizione Universale Internazionale di Parigi del 1900 e definita in quella sede “unica al mondo” dalla Commissione Giudicatrice, valido riferimento  per la ricerca e gli studi di storia della carta e della filigranologia, una delle più importanti d’Europa. Patrimonio culturale di inestimabile valore, testimonianza materiale avente valore di civiltà.

La collezione si unisce alla raccolta di filigrane dell’Archivio delle Cartiere Miliani, costituendo il Corpus Chartarum Fabriano (CCF) con carte dal XIII al XXI secolo.Parte dei documenti, filigrane, beni archeologici industriali cartai, sono depositati con contratto di comodato d’uso presso il Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano (AN) e di Pioraco (MC).

Aperto al pubblico SOLO SU APPUNTAMENTO dal lunedì al venerdì:

MATTINA 8.00-13.00
POMERIGGIO 14.00-17.00

*Credits immagini - © ISTOCARTA