BSC heritage

Ad accrescere il valore del patrimonio archivistico e librario, oltre 2.000 m2 di Beni Storici Cartari (BSC), una serie di strumenti e macchinari di rilevante importanza: un impianto di pile idrauliche a magli multipli della fine del 1700, il torchio a vite del 1706, i tavoli del “formista” o “modularo”, n. 793 tele cilindriche per la produzione della carta a macchina in tondo, n. 269 ritagli di tele cilindriche antiche, n. 3 tamburi creatori per la produzione della carta a macchina in tondo, oltre n. 6.000 punzoni in legno, bronzo e rame, e n. 2.295 forme per la produzione della carta a mano, datate dalla prima metà del 1800, delle quali n. 301 vergate e n. 1.994 veline, tutte filigranate, commissionate da Banche Nazionali ed Internazionali ed aziende storiche del Made in Italy (FIAT, Liquore Strega, Fernet Branca, Stabilimento Ricordi, ecc.). Parte dei beni sono depositati con contratto di comodato d’uso presso i Musei della Carta e della Filigrana di Fabriano e di Pioraco.

*Credits images - © ISTOCARTA